Quando il classico raddoppia

Quando il classico raddoppia

Il richiamo al passato è ciò che maggiormente contraddistingue la Royal Enfield. Per questa ragione lo storico brand inglese ha creato una serie di motociclette sotto il marchio “Classic”, che rappresenta un vero e proprio viaggio indietro nel tempo.

Look post-bellico e stile intrigante sono le premesse che sembrano portare questi mezzi a essere i più desiderati nella storia della Royal Enfield. La potenza, il consumo di carburante, l’affidabilità sono quelle di sempre, per un veicolo semplice, ma intramontabile.

Di questa serie fanno parte 6 diversi tipi di moto:

  • Classic Desert Storm
  • Classic Chrome
  • Classic Battle Green
  • Classic 500
  • Classic Squaroon Blue
  • Classic Colori Redditch

La Classic Battle Green e la Desert Storm richiamano spudoratamente il periodo delle due guerre mondiali, con linee aggraziate ma comunque molto forti.

Queste moto sono una gioia per gli occhi, ma anche per le strade, dove scivolano che è un piacere. Inoltre, la loro classicità le rende pezzi molto pregiati, per merito, fra gli altri di elementi come i sedili, ben lavorati, e motori innovativi. Ancora una volta, la tecnologia di ultima generazione incontra la storia.

Un articolo comparso su Boat International, un sito in inglese dedito alle barche, descrive le moto Royal Enfield come un mezzo di alta classe, da poter sfoggiare su un lussuoso yacht.

Ovviamente, non ci sono solo le Classic da tenere d’occhio. La Royal Enfield è la madre orgogliosa di diverse altre linee come la famosa Bullet e la Intercontinental. Due motociclette solide e legate a una tradizione antica.

La Royal Enfield, prima della chiusura delle proprie fabbriche in Inghilterra, produceva oltre 50.000 motociclette all’anno. Finito il periodo dei due conflitti mondiali, la società non seppe cavalcare il successo ottenuto come fornitore dell’esercito di sua Maestà e cominciò a soffrire un lento ma inesorabile declino. Al giorno d’oggi, invece, è possibile vedere come questa azienda tenti di raggiungere di nuovo i vertici che le sono appartenuti con un sapiente lavoro di innovazione a livello di motori ma sempre con un occhio al passato a livello di look, rimanendo sempre fedeli a se stessa, memore del proprio passato leggendario.

Siamo sicuri che, basandoci sui recenti lavori, potrà tornare nell’Olimpo delle grandi moto in men che non si dica: il gusto del grande pubblico, in un’epoca durante la quale il vintage regna incontrastato, è sicuramente dalla loro parte.